Preparazioni

Crespelle con bieta e philadelphia

Perché preparare la solita pasta quando in cucina possiamo sbizzarrirci come meglio crediamo? Allora oggi prepariamo le crespelle ! Dei morbidissimi dischi di pasta per le famose crepes salate farcite con un godurioso ripieno di bieta e formaggio spalmabile, il tutto ricoperto da abbondante besciamella che le rende ancora più cremose! Naturalmente potrete farcirle come più vi piace. Provatele e Vedrete che Non ve ne pentirete !

Ingredienti:

  • 3 uova;
  • 500 ml di latte;
  • 250 gr di farina;
  • 200 gr di bieta;
  • 180 gr di formaggio spalmabile;
  • 50 gr di mozzarella o provola;
  • sale q.b;
  • pepe nero q. b ;
  • 100 ml di besciamella;
  • 50 ml di salsa di pomodoro.

Procedimento:

Iniziare mescolando l’uovo con il latte ed aggiungere poi la farina per creare la pastella delle nostre crespelle.

Per il ripieno, mettere in un padellino la bieta e lasciare cuocere a fuoco dolce per 20 min circa, aggiungendo un pizzico di sale. Quando saranno cotte, lasciarle intiepidire e sminuzzarle poi, aiutandosi con una mezzaluna.

Trasferire in una ciotola la bieta sminuzzata e condirla con un po’ di pepe nero, il formaggio spalmabile e la provola tagliata a dadini piccoli e mescolare bene in modo da insaporire bene il tutto. Pronto il ripieno, passare alla cottura delle crespelle. Cuocere la pastella in una padella calda o sull’apposito cuoci crepes. Far dorare da entrambi i lati.

Mescolare la besciamella con un po’ di salsa di pomodoro e metterla sul fondo di una teglia in modo da coprirlo. Prendere una crepes e mettere su di un lato il ripieno come in foto. Chiudere poi a metà coprendo il ripieno e ripiegarlo nuovamente a portafoglio. Sistemarle poi nella teglia soprapponendole in punta.

Una volta completata , ricoprire con la salsa di besciamella e salsa e cospargere con una manciata di formaggio grattugiato. Infornare a forno caldo a 200 °C per 20-30 min. Fin quando non avrà formato la crosticina in superficie. Trascorso il tempo, le vostre crespelle sono pronte per essere mangiate.

Servire calde e buon appetito 🙂