Dolci

Turdilli

Non è Natale senza turdilli! ed allora ecco a voi la nostra ricetta dei nostri dolcetti della tradizione. Non sono altro che dei piccoli pezzetti di pasta fritti e passati nel miele caldo o nella cioccolata che su tutte le tavole calabresi ci devono essere nel periodo delle feste natalizie! Sono molto semplici da fare l’unica accortezza è nel momento della frittura , se il fuoco è troppo alto si rischia che rimangono crudi all’interno, basta solo un pò di attenzione in questo ed il gioco è fatto.Allacciate il grembiule e andiamo a prepararli!

Ingredienti :

  • 5 uova;
  • 200 gr di zucchero;
  • 250 ml di olio;
  • 100ml di latte;
  • 1 kg di farina;
  • 1 bustina di lievito.

Procedimento:

  1. Iniziamo la preparazione dei turdilli rompendo le uova in una ciotola capiente, aggiungiamo lo zucchero e mescoliamo con una frusta, inseriamo anche il latte e l’olio e mescoliamo bene il tutto.
  1. Aggiungiamo ora la farina un pò alla volta e la bustina di lievito ,continuiamo a mescolare con la frusta finchè non si inizia a formare un impasto più compatto. A questo punto mettiamo l’impasto su un piano di lavoro infarinato e continuiamo ad impastare con le mani aggiungendo la restante farina fino ad esaurirla.
  1. Dobbiamo ottenere una palla non appiccicosa e compatta. Una volta pronta stacchiamo dei pezzi di impasto e formiamo dei cordoncini di un paio di cm di spessore ,aiutandoci se necessario con della farina .
  1. A questo punto dividiamo la pasta in tanti pezzetti di 2-3cm, la grandezza dipende molto dai gusti di ognuno, e con l’aiuto di un riga gnocchi o anche semplicemente di una forchetta passiamo i pezzetti di pasta a formare le classiche righe che caratterizzano questi dolcetti. Dobbiamo farli proprio come se fossero degli gnocchi la forma deve essere quella. Nel frattempo in una padella capiente e dai bordi alti mettiamo a scaldare abbondante olio di semi e non appena vediamo che è abbastanza caldo mettiamo i nostri pezzetti di pasta pochi alla volta e lasciamo friggere per un paio di minuti finchè non saranno belli dorati. Mi raccomando il fuoco non deve essere troppo forte altrimenti si rischia che rimangono crudi all’interno. Una volta cotti farli scolare su carta assorbente per assorbire l’olio in eccesso e condite come più preferite, anche se la tradizione vuole che debbano essere passati nel miele e decorati con i confettini colorati o anche nel miele di fichi. Noi li abbiamo anche preparati in una versione più moderna con del cioccolato fuso sopra, per chi non ama particolarmente il gusto del miele.

ENGLISH VERSION

Ingredients:

  • 5 eggs;
  • 200 grams of sugar;
  • 250 ml of oil;
  • 100ml milk;
  • 1 kg of flour;
  • 1 sachet of yeast.

Procedure:

  1. We start preparing the turdilli by breaking the eggs in a large bowl, add the sugar and mix with a whisk, insert the milk and oil and mix everything well.
  2. Now add the flour a little at a time and the yeast bag, continue to mix with the whisk until you start to form a more compact dough. At this point we put the dough on a floured work surface and continue to knead with our hands adding the remaining flour until it runs out.
  3. We have to get a non-sticky, compact ball. Once ready we remove pieces of dough and form cords a couple of cm thick, helping us if necessary with flour.
  4. At this point we divide the dough into many pieces of 2-3cm, the size depends a lot on the tastes of each, and with the help of a row dumplings or even just a fork we pass the pieces of dough to form the classic lines that characterize these sweets. We have to make them just as if they were dumplings the shape must be that. Meanwhile in a large frying pan and high edges we heat plenty of seed oil and as soon as we see that it is warm enough we put our pieces of dough a few at a time and let fry for a couple of minutes until they are beautiful golden. I recommend the fire should not be too strong otherwise you risk that they remain raw inside. Once cooked, drain them on paper towels to absorb excess oil and dwell as you prefer, although tradition has it that they should be passed in honey and decorated with colored confetti or even fig honey. We also prepared them in a more modern version with melted chocolate on top, for those who do not particularly like the taste of honey.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...